Madre di Dio Più onorabile

MADRE DI DIO Glykophilousa
“Più onorabile”

ICONA Madre di Dio "Più onorabile"

Il tipo iconografico della Glykophilousa (la dolce amante) risale alla metà del XIV secolo e nasce come variante della Madre di Dio Odigitria Eleousa (misericordiosa), che si distingue per l’atteggiamento di tenerezza tra la Madre e il Figlio e pone l’accento sull’umanità di quest’ultimo.

Espressione per eccellenza del mistero dell’incarnazione è l’icona della tenerezza, in cui l’atto redentivo di Cristo diventa una cosa sola con l’adesione amorosa e sofferta della Vergine: un “sì ” senza riserve detto al cospetto della Passione del Figlio e della Sua stessa passione, la “spada ” che trafiggerà l’anima della Madre.

Le tre stelle che tradizionalmente la Vergine ha sul capo e sulle spalle, sono un antichissimo simbolo siriaco della verginità (segno della donazione integrale, dell’amore indiviso con cui Essa rispose alla chiamata di Dio), ma formano al tempo stesso una croce disegnata sul corpo della Vergine, a simboleggiare la Sua partecipazione volontaria alla Passione e Croce del Figlio.

 

Questa icona prende il nome da un inno della Chiesa orientale:
“Tu che sei più onorabile dei cherubini
e incomparabilmente più gloriosa dei serafini,
Te che senza corruzione partoristi il Verbo di Dio,
Te magnifichiamo qual vera Madre di Dio”.

 

 

Madre di Dio “Più onorabile”

Annunci